venerdì 5 dicembre 2008

Belli giovani e abbronzati...


A prendere l'Eurostar delle 6.30 di mattina, uno scopre un altro tipo di pendolari, diversi da quelli che vanno via con il regionale delle 7. Questi hanno giacca e cravatta e parlano di convention, di aziende piccole e grandi, e del "...papà che quando andava alle convention organizzate da Berlusconi portava sempre a casa..."
Io con il mio maglione a righe
OVIESSE, con i jeans comprati al mercato, mi rannicchio, mi metto l'mp3 nelle orecchie e cerco di dormire... Ma non ci riesco!
"Guarda, io Berlusconi lo adoro! Poi capisco che uno possa no essere d'accordo con le sue idee politiche, ma come imprenditore... è un uomo che ha creato un impero"
(piacerebbe sapere come ha fatto a partire sto impero...e anche a continuare...)

"Quando ci siam fatti la casa abbiam pensato: "è il posto dove staremo tutta la vita?!" No, e allora non vale la pena investire così tanto e metterci i pannelli solari... Abbiamo deciso di farci la piscina, preventivo: 22.000 euro, poi alla fine ne ho spesi 65.000! Perché sistema il bordo, e d'inverno non la copri? 2.000 euro di telo, e ho gli alberi lì in parte e bisogna ripulirla dalle foglie, e poi anche d'estate ogni 2 mesi devi farla pulire..."

(eh, ma i pannelli solari, no! che non vogliamo spendere troppi soldi...)


Adesso, non per fare la piccola bolscevica, come mi chiamano in casa, ma io sta gente la manderei a lavorare sul serio una volta tanto! A guadagnarseli sti soldi. Intendiamoci, non dubito che lavorino anche loro, e anche con grosse responsabilità che vanno adeguatamente retribuite. Ma bisogna aver rispetto per il denaro, soprattutto quando qualcuno con gli stessi soldi con cui tu ti fai la piscina campa un anno...

5 commenti:

Artemide_Diana ha detto...

Condivido i tuoi sentimenti. A me capita con gli uomini della 1a classe nel treno che da Parigi mi porta in Normandia e viceversa.
Questi uomini che hanno dei borsalino, e cappotti, giacche e odiose sciarpe inappuntabili. Loro non parlano mai ché hanno da lavorare al notebook oppure leggono un giornale serio. Hanno pressappoco la mia età. E lo vedo che guardano i mie i capelli fatti in casa, gli abiti non firmati.
Chissà se vedono anche lo schifo che mi fanno.

A proposito, ma tutta 'sta gente che va in vacanza in India e sta sempre a sciare d'inverno... tutti professori?

Scusa. Bacio dopo sfogo :*

Mario l. ha detto...

Ma siamo proprio sicuri che il lavoro che fanno lì mette di fronte a serie responsabilità?
Sinceramente non credo... Quando si è abbastanza in alto è difficile sporcarsi le mani...
Appoggio lo sfogo bolscevico e comincio a cantare La locomotiva, in supporto.
:-D

Clode ha detto...

Jacqueline: sfogati pure su questi lidi!

Mario:
"Non so che viso avesse neppure come si chiamava..."
Io spero che almeno abbiano grosse responsabilità che se succede qualcosa li arrestino nel cuore della notte, o li costringano a restituire tutti i soldi nel giro di una settimana... In quel caso possono pagarli anche tanto! Ma un po' di rispetto farebbe bene lo stesso!
"..gli eroi son tutti giovani e belli..."

pmor ha detto...

i viaggi in treno sono meravigliosi, perché ti offrono uno spaccato di vita inarrivabile. pensa che fortuna che hai: a tu per tu con i possessori di piscine che, forse, proprio in questo momento, stanno decidendo qualcosa che toccherà anche noi (ovviamente la decideranno nel modo in cui noi non avremmo mai fatto, ma questo poco importa)... lasciamogli le loro piscine e la loro idolatria x il silvio nazionale e, quando davvero non ne possiamo più, alziamo la musica dell'iPod: noi conosciamo i sogni... loro, ormai...
ciao... sono passato di qui per caso... e m'è piaciuto: non come certi treni ;)

Clode ha detto...

"per caso" è il modo migliori di atterrare da certe parti! Contenta che ti sia piaciuto quello che hai trovato!

Io ho cercato di alzare il volume della musica, e di dormire, giuro, ma non ce l'ho proprio fatta....