mercoledì 9 marzo 2011

Il giorno dopo...

Coubert- Ragazza dai capelli rossi- da qui
Mi sono chiesta tutta ieri se scrivere o non scrivere qualcosa, perché non so se chi non è donna lo sa, ma son giornate, quelle come l'8 marzo che ti portano a fare tutta una serie di pensieri...

Allora per arginare il problema ho pensato di chiedermi, e il 9 marzo? Sì, il giorno dopo, che succede? a parte le mimose appassite se non le abbiamo messe adeguatamente in fresca, ma il mondo che consapevolezza ha acquisito il 9 marzo? C'è qualcosa di diverso nel mondo che mi faccia sentire più tranquilla a vivere la mia vita?

Temo di no, anche oggi siamo donne, femmine, figlie, madri, mogli, sorelle, amiche, ragazze, che hanno a che fare con uomini, maschi, padri, mariti, fratelli, amici, ragazzi. Siamo diverse e fiere di esserlo, perennemente alla ricerca di un ruolo, quello di cui ci hanno investito, quello che ci hanno imposto, quello che ci hanno tolto, quello che ad alcune fa storcere il naso e altre apprezzano in nome della tradizione. Siamo unite e siamo divise, siamo forti quando non ci si aspetta che lo saremo, e siamo fragili inaspettatamente. Piangiamo per rabbia e per amore, e troviamo sorrisi nella tristezza. Scegliamo degli uomini, e altri ce li ritroviamo a fianco. Ci arrendiamo, combattiamo, facciamo scelte eccessive e sappiamo ripensare noi stesse.
Siamo questo e mille altre cose ancora, siamo tutto e il contrario di tutto, e non siamo ancora arrivate.
Ma oggi, oggi che è il 9 marzo, e non più l'8, cosa stiamo facendo per rendere il nostro futuro un po' più giusto?

3 commenti:

giacy.nta ha detto...

Siamo contraddittorie, è proprio vero. Forse , però, questo è un punto di forza!
Buona giornata, cara!

Clode ha detto...

Ma certo che siamo contraddittorie, come tutto ciò che è umano!
grazie!

Artemide Diana ha detto...

C'è un premio per te.
Se vuoi, passa da me:

http://inqualchepostonelmondoedentrodime.blogspot.com/2011/03/ho-ricevuto-il-premio-kreativ-blogger.html

J.