mercoledì 19 febbraio 2014

Saving Mr. Banks

Saving Mr. Banks non è un film per bambini. E' un film che potete andare a vedere con i bambini, ma non è un film pensato per i bambini.

Nel film si racconta la storia di una donna, della donna che ha scritto Mary Poppins. Si racconta di come è nato il film e della difficile collaborazione tra lei e Walt Disney (non l'impero, l'uomo). Ma si racconta qualcosa di più.

Si parla dei bambini e dei genitori, di come questi genitori siano umani, e di come questi bambini non possano far altro che amare i loro genitori, anche quando sono in difficoltà, anche quando commettono degli errori, anche quando non sanno come andare avanti. I bambini continuano ad amarli. Anche quando li deludono. Li amano, e in fondo li capiscono più di quanto ci si possa aspettare da un bambino.

Non si scende ad un facile buonismo, non si giustifica tutto, nel film. Non ci si risparmia la sofferenza che esiste nella vita delle persone. Però ci si concede il perdono, quello sì.

Il tutto è condito anche da molte battute divertenti, sui tic di questa sig.ra Travers che non vuole scendere a compromessi sulle scelte della sceneggiatura, e su Walt che vuole aggiungere un'aurea zuccherosa quasi ovunque.
Vengono rievocati i momenti che hanno visto la nascita delle memorabili scene di un film che è stato sicuramente un capolavoro del cinema per bambini. E rinasce sicuramente la voglia di rivederlo e farlo vedere ai bambini, perchè possano salire sulla giostra a cavalli desiderando che quei cavalli si stacchino e inizino a correre per le verdi colline inglesi, e si ricordino che i loro sogni sono la cosa più importante che hanno.

Ma oltre alla genesi di un film, si parla del rapporto che ognuno di noi ha con il proprio passato e come alle volte non ci perdoniamo, e non ci lasciamo riscrivere la nostra storia.

Ovviamente questo non sarebbe possibile senza la meravigliosa Emma Thompson e il bravissimo Tom Hanks
Una menzionela merita anche il meraviglioso personaggio dell'autista. Ralph accompagna la sig.ra Travers in maniera sempre gentile, nonostante il modo in cui viene trattato.

Un film da vedere perchè ognuno di noi ha qualche conto da sistemare con la propria infanzia, e per poter leggere con occhi diversi la storia di Mary Poppins.

2 commenti:

valigiesogni ha detto...

Film del genere mi fanno quasi paura. Neanche immagini quanti siano i conti da sistemare con la mia infanzia...

Clode ha detto...

Il tutto viene fatto bene, dopo la lacrima c'è sempre il sorriso.
E quale miglior posto di un cinema buio per farsi un bel pianto?! ;)
Credo davvero che abbiamo tutti qualcosa da perdonare...