lunedì 11 ottobre 2010

No inspiration...

Foto from Flickr
E' tutta la mattina che sto qui di fronte ad un foglio mezzo bianco... è iniziata l'operazione "tesi" e adesso siamo alla resa dei conti, adesso si legge per capire davvero quello che c'è scritto, ci si fanno scalette per cercare di venirne fuori e si devono produrre parole, frasi, pagine, capitoli...

Stamattina poi ho esattamente idea di quello che devo scrivere, ma non c'è verso che l'ispirazione (sì, va beh, lo so che non sto scrivendo il romanzo della mia vita...) arrivi! Se non scrivessi al pc avrei la classica penna in bocca e lo sguardo nel vuoto.

Ogni tanto penso che se scrivessi in italiano probabilmente sarei più produttiva, poi penso anche che scriverei qualsiasi stupidata mi venga in mente e forse questo non sarebbe poi così interessante. Scrivere in un'altra lingua mi obbliga a fermarmi un po' di più sul cosa, sul come e sull'organizzazione generale di quel che scrivo, il che rallenta il lavoro, ma lo rende molto più... completo.

7 commenti:

Artemide Diana ha detto...

Verissimo, Clode. Parole sante.

Però, ora comincia da qualcosa. Puoi sempre cancellare,dopo. No?

:)

Clode ha detto...

A fine giornata ce l'ho fatta a scrivere quello che dovevo dire. E già questo capitolo è la riscrittura di quello che avevo scritto prima (tutta autocorrezione, eh...), adesso toglo quei 4 errori fissi di grammatica e provo a inviarlo intanto ovviamente, continuo a scrivere!

;-)

valigiesogni ha detto...

Brava Clode, brava! Tanto la tesi è un continuo processo di scrittura e riscrittura. Però cerca di non riscrivere troppo sennò ti fermi e rallenti il tuo “andare avanti”.
Buon lavoro!
Barbara

Clode ha detto...

Grazie Barbara! Il problema è che avevo lasciato lì lavoro per finire con gli esami e adesso riprenderlo in mano è abbastanza complesso perchè ricordo a fatica i percorsi mentali, a volte (strano ma vero) riscrivere è più facile!
Comunque cerco di andare avanti, giuro!
;-)

Artemide Diana ha detto...

Io quando riprendo in mano qualcosa scritta da me tanto tempo prima, mi chiedo se non ne sarò delusa.
Poi leggo e faccio fatica a dirmi che sono io l'autrice (a parte certi avverbi di modo che sono miei da secoli) e alla fine mi dico anche "beh, però, pas mal. Pas mal du tout"

Quando si dice l'autostima. :)

Artemide Diana ha detto...

Questo per dirti: vai avanti senza pietà.

;)

Clode ha detto...

grazie Jacq, i tuoi incoraggiamenti per me valgono doppio!!
;-)